Card con microchip


La carta fedeltà più classica, quella che noi tutti conosciamo in veste di titolari in numerosi supermercati e centri commerciali, è dotata di un microchip che contiene una memoria digitale con i dati del possessore e alcune informazioni sull'utilizzo.
I vantaggi della soluzione di card con chip sono evidenti quando si pensa che lo stato delle transazioni è residente sul mezzo e non, o non solo, su un software presso il punto di consumo. Questo consente di utilizzare la carta fedeltà presso innumerevoli esercizi commerciali convenzionati e di informare il software di gestione sullo stato attuale del conto in tempo reale.
Rispetto a card con banda magnetica, il chip offre un maggiore livello di protezione contro le duplicazioni o il furto di identità. Inoltre, il microchip è insensibile, in larga misura, a contaminazioni atmosferiche ed elettromagnetiche.


Fai un click sulle immagini per ingrandirle

card con microchip

Applicazioni dei microchip

Come spiegato alla pagina Fidelity Card, con una card con chip, grazie alla possibilità di 'scrivere' in tempo reale le nuove informazioni, è possibile estendere le metodologie di fidelizzazione dall'Accumulo Punti base alle funzioni di Accumulo Crediti e Pre-pagato a scalare.
Nel chip è possibile registrare un codice segreto (Pin) comune al circuito commerciale e un codice personale identificativo. Suggeriamo di aggiungere sempre anche la stampa in chiato del codice personale per permettere all'operatore umano di riconoscere comunque l'utilizzatore.

L'uso come fidelity card delle card con microchip richiede una dotazione Hardware (lettore di smartcard o terminale POS) e un programa Software per la gestione delle transazioni. Noi produciamo solo le tessere stampate, ma abbiamo accordi commerciali con aziende in grado di fornire gli elementi complementari.


smartcard

Tipi di chip

Le card con chip, smartcard sono anche definite come 'Contact card' in quanto l'operazione di lettura/scrittura avviene per contatto (inserimento) della card con il dispositivo di registrazione, a differenza delle 'Contactless card'.
I chip utilizzati nelle smartcard sono 'stupidi', ovvero non hanno una propria capacità elaborativa, e difatti sono in realtà dei Memory chip, cioè delle memorie in parte riscrivibili e in parte in sola lettura.

I chip più diffusi sono i modelli universalmente utilizzati SLE4442 da 256 byte gli SLE4428 da 1 k byte.


chip SLE4428